come addestrare un coniglio nano

Come addestrare un coniglio nano

Contenuto dell'articolo

E’ stato appurato che il coniglio nano è uno degli animali da compagnia più amati, soprattutto dai bambini. Sono molte oramai le famiglie che decidono di prendere in casa un coniglio nano, ma non bisogna fare l’errore di pensare che il pelosetto non abbia determinate esigenze e cure.

Forse è per il suo aspetto così tenero che molti decidono di acquistarlo pensando che la sua presenza non comporti troppe attenzioni e cure adeguate. In realtà il coniglio nano ha bisogno di molte attenzioni e cure per poter essere allevato nei migliori dei modi, inoltre deve essere lasciato libero fuori dalla gabbia ogni giorno in modo tale che possa vivere dignitosamente.

In questo articolo si possono trovare alcuni suggerimenti su come addestrare un coniglio nano in correlazione alle sue caratteristiche.

Come addestrare il coniglio nano a fare i bisogni nella lettiera

Una delle preoccupazioni maggiori per chi possiede un coniglio nano è quello di non sapere come educarlo a fare i suoi bisogni nella lettiera. Quindi la prima cosa da fare in questo caso è quello di posizionare la lettiera in un angolo della gabbia, e ogniqualvolta si avvicina occorre ricompensarlo. Infatti il coniglio dopo aver ricevuto la ricompensa capirà che la lettiera lo aiuta a guadagnare un premio e questo evento lo associerà a qualcosa di estremamente positivo.

Una volta certi dell’utilizzo della lettiera si può liberare per casa. Ma se capita che fa i bisogni in giro per la stanza in questo caso bisogna avvicinarsi a lui e dire un secco “NO”. Inoltre è necessario raccogliere i suoi escrementi e metterlii nella lettiera in questo modo capirà dove fare i bisogni.

Il coniglio nano non è un animale da tenere in gabbia. Restando chiuso tutto il giorno potrebbe sviluppare delle serie malattie, quindi è consigliabile al riguardo farlo circolare per la casa anche per qualche ora in modo da fargli sgranchire le zampe.

L’educazione del coniglio richiede un po’ di tempo. All’inizio bisogna dedicarsi a questa attività  anche una mezz’ora al giorno se si vogliono ottenere dei buoni risultati. Apprende in fretta e dopo una settimana si può iniziare ad intravedere qualche piccolo risultato. Ma occorre costanza e tanto impegno.

Come educarlo

Non è vero come molti erroneamente pensano, che il coniglio nano sia un animale dotato di poca intelligenza. E’ stato dimostrato come questi pelosetti siano molto intelligenti per essere addestrati, educati e per creare un imprinting con il proprio padrone.

Chi possiede un coniglio sa che il piccolo animale è molto perspicace, ma solo se il pet lo desidera!

E’ consigliabile non punire mai il coniglio fisicamente.. per chi non lo sa, il coniglio non riconosce la punizione e pertanto non imparerà mai a fare determinate cose che non vuole fare.

Inoltre è fondamentale giocare con il coniglio, bastano anche 10 minuti al giorno. Il gioco aiuta ad instaurare un rapporto con lui e lo aiuta ad avere fiducia nel suo padrone.

Il coniglio non è adatto ai bambini piccoli. La sua struttura ossea è così delicata che anche una presa sbagliata potrebbe fargli del male, causando talvolta la morte dell’animale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.