la diarrea nel gatto

Come curare la diarrea nel gatto

Contenuto dell'articolo

La diarrea nel gatto è un disturbo intestinale caratterizzato dall’emissione di feci liquide, informi o morbido-fluide. La diarrea può essere acuta oppure cronica. Ma erroneamente a quanti molti pensano, non si tratta di una malattia bensì di un sintomo.

Le cause possono essere molteplici, ad esempio: cambiamento di alimentazione, indigestione, infezioni, assunzioni di alimenti avariati, parassiti, l’assunzione di medicinali mal tollerati e via dicendo..

Come è stato illustrato poc’anzi, il disturbo può essere di ciclo breve, ed in questo caso non c’è bisogno di preoccuparsi, oppure può essere cronico e in tal caso occorre avvisare immediatamente il proprio veterinario di fiducia per decidere sul da farsi.

Indipendentemente dalla causa della condizione diarroica dell’animale a quattro zampe, gli effetti possono includere una serie di sintomi:

  • disidratazione
  • letargia
  • abbattimento
  • perdita di peso
  • inappetenza
  • alito cattivo
  • sforzo durante la defacazione

Tuttavia una delle cause più comuni di diarrea nel gatto è la presenza di parassiti. Tenie, ascaridi anchilostomi possono causare l’insorgenza di tale sintomo. Ma i pelosetti possono tuttavia contrarre la diarrea a causa di un’infezione da protozoi che prospera nell’acqua potabile contaminata.

La diarrea nel gatto può insorgere anche a causa di uno squilibrio intestinale. Questo squilibrio può essere causato da cibo avariato, stress o di una condizione come ad esempio la colite.

Come viene trattata la diarrea nel gatto?

E’ di fondamentale importanza diagnosticare per tempo la causa che ha scatenato la diarrea in modo tale da formulare un trattamento adeguato ed efficace. Generalmente la fonte del problema può essere evitata semplicemente eliminando gli ingredienti alimentari mal tollerati. Il problema in questo caso si risolve velocemente.

Se invece la causa non è evidente, allora è necessario recarsi dal veterinario di fiducia, il quale preleverà un campione di feci per verificare la presenza di parassiti, batteri o protozoi.

La maggior parte dei gatti affetti da diarrea vengono tenuti a digiuno per 24-36 ore a seconda della gravità e dello stato di salute del piccolo animale a quattro zampe. Ma durante questo lasso di tempo è possibile che il gatto abbia accesso a piccole quantità di acqua. In seguito sarà possibile nutrirlo con un’alimentazione povera di grassi e altamente digeribile composta da piccoli pasti frequenti. Gradualmente viene nuovamente ripristinato il normale regime alimentare.

Ma se la conta batterica nelle feci del gatto risultano alquanto elevati, in questo caso il veterinario può prescrivere degli antibiotici ad ampio spettro allo scopo di ristabilire l’equilibrio della flora intestinale.

La prevenzione

Ad ogni modo la cura migliore rimane la prevenzione. Infatti con piccoli accorgimenti è possibile evitare l’insorgere della diarrea, migliorando sensibilmente la qualità di vita dell’animale stesso.

In altri termini, un gatto domestico deve essere sottoposto ad un regolare trattamento di sverminamento come consigliato dal veterinario stesso, seguire una dieta sana ed equilibrata, i cambiamenti alimentari vanno sempre effettuati in maniera graduale, il gatto deve essere tenuto lontano da spazzatura e da animali malati.

E’ risaputo che i gatti che vivono in luoghi insalubri presentano un maggiore rischio di sviluppare la diarrea.

La diarrea può essere causata da molteplici fattori e se viene trascurata può favorire problemi non di poco conto.

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.