Home » Veterinario » Come curare un cane anemico

Come curare un cane anemico

Contenuto dell'articolo

Anche gli animali a quattro zampe possono soffrire di carenza di globuli rossi. Infatti una forte carenza può favorire l’insorgenza dell’anemia, compromettendo la salute stessa del peloso.

Il cane manifesta disagio attraverso una serie di sintomi piuttosto evidenti, quali:

  • letargia
  • inappetenza
  • debolezza generalizzata
  • respiro affannoso
  • gengive e lingua pallide

Nei casi più gravi invece i sintomi che si avvertono sono i seguenti:

  • dimagrimento
  • vomito
  • colorito della cute spento
  • perdita dei sensi
  • tachicardia

La forma di anemia più aggressiva che può colpire il cane è quella emolitica che incide sul rinnovo dei globuli rossi. Nei casi di anemia emolitca milza e fegato si ingrossano e il colore delle urine invece appare scuro. Quindi è molto importante stare attenti a qualsiasi tipo di cambiamento fisiologico al fine di impedire che la situazione degeneri drasticamente.

Quali sono le cause che possono condurre all’anemia?

Nei cani adulti le cause dell’ anemia sono la conseguenza di perdita di sangue dovuta a un trauma ad esempio, oppure a una produzione di quantità insufficiente di globuli rossi, o ancora le cause possono essere ricercate in alcune malattie importanti quali tumori, infezioni intestinali, presenza di parassiti, carenza di ferro e reazioni farmacologiche.

Nei cuccioli invece le cause più comuni che portano all’anemia sono i parassiti intestinali o le infestazioni di pulci.

Quali sono le cure da intraprendere in caso di anemia?

Quando si sospetta che il proprio amico a quattro zampe ha una  patologia, la prima cosa da fare è rivolgersi al proprio veterinario di fiducia. Gli esami delle feci, del sangue e dell’urina confermeranno la presenza della malattia.

In base al tipo di anemia che verrà riscontrata, il veterinario indicherà la giusta terapia da intraprendere affinchè il proprio pelosetto si ristabilizzi nuovamente. Tuttavia per poter favorire la guarigione si dovrà risalire alla fonte del problema.

Purtroppo in alcuni casi può essere necessario effettuare anche delle trasfuzioni di sangue. Nel frattempo diverse opzioni di trattamento possono essere intraprese per combattere l’anemia canina:

  • integratori di vitamina B12 possono rivelarsi molto efficaci poichè si tratta di una vitamina fondamentale necessaria per il rafforzamento del midollo osseo e al contempo stesso agevola la produzione di globuli rossi
  • se l’anemia è dovuta invece a carenze o a malattie renali croniche allora in questo caso è fondamentale somministrare al peloso un integratore immunostimolante
  • alimentazione sana ed equilibrata caratterizzata da alimenti ricchi di proteine, vitamine e ferro può essere molto utile per il proprio amico a quattro zampe

Tuttavia un cane che ha una causa ereditaria di anemia, è molto difficile da trattare in quanto ancora oggi non ci sono dei trattamenti efficaci conosciuti. Ci sono alcune razze canine come ad esempio Beagles, Spaniel e Basenjis, che sono inclini ad avere un deficit enzimatico.

Secondo alcune recenti ricerche è stato dimostrato che i cani che soffrono di anemia solitamente la loro vita  si accorcia di 5 anni.

Quindi se il cane appare debole, spossato, inappetente è bene avvertire immediatamente il veterinario. La tempestività può salvare la vita dell’animale…

Spero di essere stata utile anche questa volta..

A presto!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *