Gatto: eliminare il cattivo odore dalla lettiera

Contenuto dell'articolo

Il gatto è un animale da compagnia molto apprezzato sia dagli adulti che dai bambini. Infatti per la sua dolcezza infinita si rivela un ottimo compagno capace di portare gioia e allegria in ogni casa. Sicuramente possedere un gatto è un’esperienza molto gratificante, però è altrettanto vero che necessita di molte attenzioni e cure da parte del padrone.

Anche se sono molto puliti, i gatti possono produrre anche degli odori sgradevoli per gli esseri umani. Infatti può accadere che l’angolo adibito al proprio micio non sia più di suo gradimento e per poterlo fare capire al suo padrone inizia a urinare in diversi luoghi della casa, con risultati davvero poco gradevoli per chi le annusa.

La puzza di urina di gatto è molto difficile da eliminare e il suo odore è piuttosto pungente. Quindi per poter ovviare a questo problema, ci sono diversi negozi di animali che vendono degli spray elimina odori grazie ai quali rimuovono i cattivi odori in profondità, neutralizzando in questo modo  i tessuti.

Tuttavia per non incorrere a delle spiacevoli situazioni, è bene educare il proprio felino a fare i suoi bisogni nell’apposita lettiera.

Ma la lettiera se viene trascurata anche solo per qualche giorno, inizia a emanare non solo un odore forte e pungente, ma diviene anche il luogo ideale per la proliferazione di germi e batteri dannosi per il gatto, in quanto potrebbero causargli delle gravi infezioni.

Alcuni consigli per pulire correttamente la lettiera

Per pulire la lettiera del gatto non bisogna utilizzare spray tossici perchè potrebbero causare dei rischi per la sua salute, piuttosto è consigliabile scegliere dei prodotti dagli ingredienti semplici e innocui come per esempio il bicarbonato di sodio, l’aceto di mele o l’acido citrico.

Per una pulizia profonda e completa si può ricorrere all’aceto di mele. Infatti è risaputo che l’aceto è innocuo per il felino. Inoltre questo ingrediente dai mille usi contribuisce a neutralizzare l’odore di urina.

Ecco la procedura da seguire: prendere la lettiera e ricoprire il fondo con dell’aceto di mele. E’ necessario lasciare agire per 30 minuti e inoltre è consigliabile di tanto in tanto oscillare il contenitore in maniera tale da coprire tutti gli angoli.

Una volta trascorsa mezz’ora, svuotare il contenitore e lavarlo con dell’acqua calda. Successivamente asciugarlo per bene con un panno pulito.

Ma in sostituzione dell’aceto è possibile ricorrere al bicarbonato di sodio. Basta aggiungere alla vaschetta dell’acqua bollente  un cucchiaino di bicarbonato o di acido citrico.

Ma a volte il problema della puzza e dei cattivi odori si può presentare anche fuori casa: in cortile, in giardino, sui muretti e sui radiatori delle macchine. I principali responsabili sono i gatti maschi, i quali cercano di coprire l’odore di urina dell’avversario, facendo continuamente pipì nello stesso luogo dell’altro gatto.

Allora in questo caso cosa bisogna fare?

Diciamo subito col dire che in questi casi è veramente difficile eliminare l’odore acre e pungente di urina. Però in commercio esistono prodotti non nocivi a base di sostanze chimiche facilmente reperibili nei negozi di animali.

Anche se si tratta di repellenti a base di naftalina, citronella e canfora, vanno utilizzati con estrema cautela. Infatti alcune di queste sostanze, anche se non nocive, possono essere fatali per il proprio amico a quattro zampe.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.