Animali domestici: conosciamo il punto di vista di una casalinga

Contenuto dell'articolo

“Per gli animali domestici servono cure e amore, logicamente è tutto quello che io non sento di dare”; questo è solo uno dei pensieri leciti che scaturiscono dalla mente di chi non ama gli animali ma non necessariamente li odia. Vediamo insieme cosa pensa una casalinga di 50 anni sui pro e i contro riguardanti la possibilità di tenere un animale all’interno delle quattro mura domestiche.

Dal punto di vista Psicologico/Emotivo…

“È sicuro che avere un animale domestico, procuri molti benefici sia dal punto di vista psicologico e sia dal punto di vista emotivo, ma non è tutto oro ciò che luccica”. Questa citazione forse parla da sé ma cerchiamo di capire in dettaglio quello che si cela dietro a queste due semplici righe , stilando una lista dei pro e dei contro.

Pro

Animali come cani, gatti, conigli ed altri ancora, sono stati fin dagli albori della civiltà umana, una fonte di sostentamento psicologico per la quasi totalità della popolazione mondiale ma anche purtroppo una fonte alimentare per tutte quelle popolazioni la cui tradizione include nella dieta, l’utilizzo degli animali sopra citati. Tralasciando tutti gli aspetti etici/religiosi che derivano dal consumo di animali domestici, andiamo a ricercare quali sono gli aspetti positivi dal punto di vista psicologico, che l’animale in mondo inconscio oppure conscio ci comunica e ci “dona”.

Come prima cosa, la compagnia è essenziale! Gli animali domestici sono stati sempre grandi amici dell’uomo nonché recentemente sempre più utilizzati tramite la pet therapy per i casi di disturbi depressivi; l’uomo si affeziona all’animale tanto quanto quest’ultimo nei confronti dell’uomo che riesce a trovare confortante la compagnia di queste splendide creature, sia nei momenti di gioia ma anche nei moneti meno felici.

foto io non posso raccoglierla, fate voi

A tutti fa piacere rientrare a casa e trovare il proprio animale che ci aspetta con trepidazione e non perde un secondo per farci le feste e regalarci tutto il suo calore; quest’ultimo è un aspetto importantissimo, specialmente per quanto riguarda le persone che si sentono sole e che ripongono nell’animale lo stesso affetto che riporrebbero in una persona amata.

Contro

Non dobbiamo nasconderci dietro ipocrisie dicendo che l’animale è solo amore, No! L’animale è anche un impegno, infatti esso ha bisogno di cure e di attenzioni ed il padrone deve considerare ciò e relazionarsi con tutti gli aspetti della vita quotidiana che lo riguardano. Tralasciando gli aspetti pratici che tratterò più tardi, dobbiamo focalizzarci sull’impegno mentale che dobbiamo assumerci e lo stress che ne deriva; vi starete chiedendo: ma quale stress se si amano gli animali? Lo stress c’è, dal semplice portarlo fuori per una passeggiata al non poter assentarci a lungo da casa.

Dal punto di vista Economico/Sanitario…

“Avere un animale domestico comporta non pochi inconvenienti economici, tra cui: le spese per il cibo e le vaccinazioni ed in questo periodo di crisi generale non tutti sono disposti a spendere così tanti soldi, ma anzi alcune persone non possono proprio permetterselo!” Anche in questo caso cerchiamo di analizzare gli aspetti positivi e negativi di questa situazione.

Pro

Sebbene sia difficile trovare gli aspetti positivi dal punto di vista economico rispetto alla presenza di un animale in casa, ho deciso di generalizzare la questione ed avere una veduta d’insieme. Molte famiglie possiedono più di un animale domestico e spesso si trovano  orde di cuccioli che scorrazzano per casa; forse è il caso di darsi alla vendita lecita dei cuccioli nel rispetto dei medesimi.

Contro

Come anticipavamo le spese sono tantissime, ma vediamo in dettaglio quali sono: il cibo, la lettiera, il collare, il guinzaglio, le visite mediche, le vaccinazioni e tanti altri piccoli gadget che il padrone innamorato del proprio animale continuerà ad acquistare. Come ho già detto è necessario avere cura del proprio animale anche dal punto di vista sanitario, quindi ne deriva il fatto che le spese mediche devono essere affrontate senza alcun riserbo.

Dal punto di vista prettamente pratico…

“Per me e per tante casalinghe come me, la casa è importante ed è il luogo dove posso sentirmi a mio agio e dove posso anche passare del tempo semplicemente a riposarmi o a coltivare le mie passioni; con l’animale, la mia casa diventa la sua ed il tempo utilizzato per le mie passioni talvolta deve essere sostituito con del tempo da dedicare a lui”.

I-GATTI-SONO-I-PADRONI-1

Dice ancora: “Gli inconvenienti con un animale in casa sono all’ordine del giorno, tipo: andare dal veterinario ogni qualvolta serva, portarlo fuori di casa più volte al giorno per fargli fare i bisogni, a meno che non li faccia in casa facendo sorgere il problema della pulizia della lettiera”. Da qui si evince uno dei veri problemi che affliggono la tipologia di “donna casalinga”, la pulizia. È  normale che la casalinga instauri i propri spazi ed utilizzi per arredare casa anche oggetti di valore affettivo od economico e non vuole vedere il proprio animale provocare danni oppure lasciar peli e saliva ovunque posi il suo corpicino.

Si sà che gli animali possono essere pasticcioni e quindi sporcare inconsapevolmente gli ambienti abitati dai propri padroni talvolta anche semplicemente passando dal giardino all’interno della casa;  questo e tutte le situazioni prima elencate sono il prezzo, se così possiamo definirlo, da pagare se si vuole ricevere l’amore incondizionato di questi splendidi esseri capaci di amare più dell’uomo stesso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *