Cane anziano: la giusta alimentazione

Contenuto dell'articolo

Come deve essere la giusta alimentazione del cane anziano? Questa è la domanda che si pongono moltissimi proprietari.

Da studi condotti da alcuni ricercatori è emerso che la durata massima della vita di un cane è di 27 anni e la vita media 13, anche se i cani di grossa taglia tendono a vivere meno rispetto a quelli di taglia piccola.

Ma il numero crescente di cani anziani hanno indotto le aziende a offrire prodotti alimentari pensati specificatamente per loro, con lo scopo di prevenire o rallentare alcune patologie legate all’età.

Infatti bisogna considerare che spesso il cane anziano soffre di diverse malattie legate al normale invecchiamento del corpo, pertanto il regime alimentare deve essere adatto in base a queste patologie.

Grazie alle maggiori cure prestate agli animali, la loro aspettativa di vita è aumentata. Erroneamente a quanti molti pensano la vecchiaia non è una malattia, bensì un’altra fase della vita, per cui bisogna prestare molta attenzione sia all’ alimentazione che alle cure.

Come cambia l’organismo nel cane anziano?

I cambiamenti avvengono gradualmente. In questa fase particolare della vita del pet la cute comincia  a perdere elasticità e tonicità, il pelo tende a imbiancarsi. Il fabbisogno energetico totale giornaliero cala del 40%.

Nei cani anziani l’artrite è molto frequente e pertanto può accadere che l’animale faccia difficoltà ad alimentarsi.

Oltretutto la formazione di tartaro sui denti è molto frequente. Infine i cani anziani spesso sono costipati: in pratica i cani hanno maggiore difficoltà ad assimilare il cibo e di conseguenza possono insorgere problemi intestinali.

Ecco la giusta alimentazione nel cane anziano

Nel pet anziano i fabbisogni nutrizionali tendono a cambiare. Ma prima di illustrare la combinazione dei diversi nutrienti nel cane, è doveroso sottolineare alcuni accorgimenti:

  • per favorire la mobilità intestinale è necessario somministare al proprio amico a quattro zampe una grande quantità di fibre alimentari
  • è fondamentale ridurre la percentuale di fosforo in quanto i reni tendono ad essere più alleggeriti
  • per aumentare l’efficacia del sistema immunitario è di vitale importanza somministrare una maggiore concentrazione di vitamina E

Se il tuo cane anziano è di buona salute non c’è bisogno di adottare un regime alimentare particolare, però può essere utile utilizzare alimenti studiati appositamente per lui.

Inoltre molto importante è la modalità di somministrazione. Il cane anziano a differenza di quello adulto deve essere nutrito con almeno 3 piccoli pasti al giorno.

Per quanto riguardano i carboidrati è consigliabile non esagerare, poichè con l’età diminuisce la tolleranza al glucosio, e aumenta di conseguenza la resistenza all’insulina.

Anche la quantità di lipidi deve essere ridotta, perchè se il cane ingrassa questo lo predispone ad una serie di patologie legate all’obesità, come ad esempio il diabete mellito, patologie articolari, patologie cardiache e via dicendo..

Nel cane anziano la capacità di digerire le proteine diventa un problema. Quindi a tale proposito è fondamentale ridurne la quantità.

Alcune piccole regole da seguire

  • fornire una dieta altamente digeribile
  • evitare improvvisi cambi di dieta
  • aver cura di mantenere il peso forma
  • effettuare regolari controlli dal proprio veterinario di fiducia
  • somministrare razioni di cibo controllate
  • curare la salute dei denti e delle gengive

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.