Home » Animali Domestici » Cani e parassiti: come proteggere i nostri quattrozampe

Cani e parassiti: come proteggere i nostri quattrozampe

Contenuto dell'articolo

Tutti coloro che vivono con un cane conoscono bene quante cure e attenzioni siano necessarie per il loro benessere e la loro salute. Tra i prodotti più importanti in tal senso troviamo sicuramente gli antiparassitari che tengono lontani creature come zecche, zanzare o pulci a seconda della formulazione.
Ogni animale è diverso dall’altro e quindi lo stesso prodotto può non essere indicato per tutti. Quello che bisogna tenere in considerazione nella scelta è in primo luogo l’età del nostro amico, le sue abitudini e ovviamente le necessità. Il veterinario risulterà il punto di riferimento principale nella scelta e potrà fornire preziose indicazioni al riguardo anche in termini di dosaggio personalizzato.

Esistono diverse categorie di prodotti che possiamo utilizzare per prevenire i parassiti: quelli ad applicazione diretta, gli spray e i collari, ma anche compresse masticabili e prodotti completamente naturali da utilizzare nell’ambiente che l’animale frequenta o da spruzzare sul manto. Proteggere l’animale dai parassiti è fondamentale per prevenire malattie e infezioni, soprattutto se il cane è abituato a stare molto all’aria aperta.

I prodotti sono in genere suddivisi in base a taglia, età, stile di vita e tipo di pericoli che si vogliono evitare in maniera preferenziale. Anche il prezzo ovviamente differisce a seconda della formulazione e delle modalità d’uso.

Quali sono i parassiti dei cani

Le infestazioni dei parassiti possono colpire il cane in diverse maniere, ad esempio nutrendosi del suo sangue o di altri fluidi del corpo: i fastidi possono risultare leggeri, tanto da passare inosservati oppure possono dare origine a situazioni molto complesse, come alcuni quadri di anemia piuttosto difficili da gestire.
Altre tipologie di parassiti iniettano sostanze tossiche e in alcuni casi possono generare conseguenze fatali. Altri possono invece indurre grattamento, sfregamenti continui producendo dolore, prurito, irritazione cutanea. Altri invece creano barriere che ostruiscono passaggi biologici vitali come quei parassiti che vanno talvolta a chiudere in maniera parziale o totale le vie respiratorie, i vasi, le altre cavità… si tratta di situazioni di particolare severità.

La diagnosi non è sempre così semplice anche per i professionisti perché i parassiti hanno dimensioni estremamente ridotte e a volte le manifestazioni esterne possono risultare comuni a più cause. Una volta avuta la certezza della diagnosi, il trattamento è in genere di tipo farmacologico, soprattutto se i sintomi hanno raggiunto uno stadio più avanzato.

Come risolvere i parassiti dei cani

In caso di qualsiasi dubbio è opportuno consultare tempestivamente il proprio veterinario di fiducia o telefonare alla Asl veterinaria che è reperibile ventiquattr’ore su 24. I sintomi possono manifestarsi in maniera immediata o in un secondo momento e quindi è opportuno intervenire non appena ci accorgiamo che il nostro amico ha un comportamento diverso dal solito o comunque sospetto.
E’ quindi bene dedicare al nostro cane tutto il tempo necessario non solo per i bisogni organici e le funzioni fondamentali ma anche per la toelettatura, il gioco, l’osservazione, proprio come faremo con un bambino. I cani infatti potrebbero non essere in grado di esteriorizzare o esternare in maniera tempestiva quello che sta loro accadendo, vanificando tutti i benefici di un intervento prioritario e mirato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *