Consigli per allevare una iguana

Contenuto dell'articolo

Tra gli animali domestici maggiormente apprezzati, si annovera anche l’iguana. Si tratta di un rettile molto affascinante a detta di molti: simile ad una lucertola ma molto più grande e più lento nei movimenti, quando raggiunge l’età adulta si caratterizza per la cresta che porta sul dorso.

L’iguana è originaria del Sudamerica ed infatti vive nella fascia che si estende dal Messico fino ad arrivare al Brasile.

E’ possibile acquistare l’animale in negozi specializzati, ma prima di procedere all’acquisto è fondamentale sapere quali sono i giusti accorgimenti da prendere in considerazione per poterla allevare in maniera dignitosa.

Ecco dunque degli utili consigli

Se si decide di allevare un’iguana in casa, la prima cosa che bisogna tenere presente, che una volta cresciuta può arrivare a superare anche i due metri di lunhezza, quindi a questo riguardo è fondamentale acquistare una teca in pexiglass o in vetro abbastanza grande al fine di far muovere il sauro in piena libertà senza ostacoli.

Ma i terrari per iguane devono svilupparsi anche in altezza in modo tale che il rettile possa arrampicarsi. Le misure ideali sono: 2 metri di lunghezza e 2 metri di altezza. Il fondo deve essere costituito da erba finta o pezzi di moquette.

Per quanto riguardano gli accessori, non devono mai mancare all’interno delle teche le griglie per il ricambio dell’aria, un tronco o un ramo per consentire al rettile di arrampicarsi, una grande bacinella d’acqua dove potersi immergere. La temperatura deve essere simile al suo habitat naturale.

Per potergli assicurare il clima ideale bisogna inserire all’interno del terrario delle lampade riscaldanti per rettili. Generalmente la temperatura ideale per l’animale è 36° il giorno, e 26° la notte. Per la salute dell’iguana un altro fattore fondamentale è l’umidità. Il livello di umidità all’inerno del terrario deve essere dell’85%.

La giusta alimentazione

Si tratta di un animale erbivoro, per cui dovrà essere nutrito per l’80% di verdura cruda, il 15% invece di ortaggi, ed infine il restante 5% di fiori e frutta. Naturalmente la sua dieta dovrà essere abbastanza variegata al fine di non causargli problemi di salute.

Vietate sono invece le patate e le foglie di pomodoro, in quanto potrebbero causargli problemi gastrointestinali. Quindi nel menu tipico di un’iguana non deve mai mancare le verdure a foglia verde o rossa da alternare a a fiori di zucca, fiori di ibisco, oltre a pere e mele.

Caratterialmente è un animale solitario e abbastanza pacifico. Però a contatto con gli esseri umani può diventare abbastanza aggressivo per cui è fondamentale stare molto attenti a maneggiarlo.

L’approccio deve essere molto ma molto graduale al fine di abituare il rettile a familiarizzare con l’essere umano. Si può accarezzare sotto il mento ma non va mai toccato sulla testa poichè risiede il terzo occhio fondamentale per individuare le fonti di calore.

Secondo una recente statistica è sempre maggiore il numero delle persone che decidono di acquistare un’iguana come animale da compagnia. Ma come tutti gli animali anche questo rettile può essere colpito da varie malattie.

L’infestazione da acari ad esempio possono causare nell’animale depressione, difficoltà nella muta. lesioni ecc.. E’ molto importante al riguardo mantenere ben pulito l’ambiente in cui vive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *